Ultima modifica: 7 Ottobre 2019

Presentazione

 

Il tema dell’edizione 2019-20 delle GIORNATE PER L’EDUCAZIONE ECONOMICA-NOTTE BIANCA DEL LES è Cultura e sviluppo economico.  Le scuole aderenti alla Rete Les Nord-est proporranno la propria declinazione del tema attraverso un ventaglio di attività frutto di specifici approcci, orientati all’approfondimento della relazione fra la cultura in senso lato e lo sviluppo economico.

Numerose attività ed eventi vedranno protagonisti i LES della Rete Nord-est, con lo scopo di raggiungere le seguenti finalità:

  • favorire una riflessione sull’importanza dell’educazione economico-finanziaria;
  • sensibilizzare la cittadinanza sulla valenza dell’educazione economico-finanziaria e della cultura come volano per lo sviluppo economico;
  • sviluppare uno sguardo critico e un approccio teorico volto a favorire un’interpretazione approfondita del quadro economico-sociale contemporaneo e territoriale;
  • sviluppare consapevolezza del profilo scolastico dell’indirizzo LES sottolineandone preminentemente le peculiarità.

Parteciperanno gli studenti appartenenti a classi diverse del corso LES ed anche di altri indirizzi. Tutti gli eventi si rivolgono anche alla cittadinanza, nella convinzione che ciò possa rappresentare un proficuo momento di arricchimento, di scambio e di confronto.

Il Liceo Quadri di Vicenza propone venerdì 25 ottobre e venerdì 8 novembre due momenti di confronto su un aspetto collegato al mondo del lavoro: lo sfruttamento dei lavoratori e la riduzione in schiavitù.

Programma

Referente: Prof.ssa Ida Marina Adami

Molti altri sono gli eventi previsti nel territorio del Nord-est, con il coinvolgimento di:

Liceo Celio Roccati di Rovigo

Programma

Referenti: Proff.sse Cecilia Sgaravatto e Donatella Piccinno

Liceo G. B. Brocchi di Bassano del Grappa (VI)

Programma

Referente: Prof. Sergio Lucisano

I.I.S. G.G. Trissino di Valdagno (VI)

Programma

Referenti: Proff.sse Nicoletta Dal Lago e Emanuela Castagna

Liceo Don G. Fogazzaro di Vicenza

Programma

Referente: Prof. Luciano De Giorgio