Ultima modifica: 4 Ottobre 2019

Invito a teatro

Invito a teatro

Un progetto integrato

Invito a teatro” è parte del più ampio Progetto “Theatralia Quadri”, che intende integrare il “fare teatro”, proprio del Laboratorio teatrale, con la promozione della cultura teatrale nel senso più esteso, attraverso le attività scolastiche di teatro in lingua originale e la partecipazione serale a eventi promossi dai teatri della città di Vicenza.

In particolare, il progetto “Invito a teatro” intende coinvolgere sia gli studenti e le loro famiglie, sia il personale della scuola (docenti e ATA), invitandoli a partecipare, con un costo ridotto, ad alcuni eventi teatrali, musicali e di danza selezionati.

 

Gli eventi scelti

 

Per l’a.s. 2019-2020 sono stati scelti i seguenti eventi presso il Teatro Comunale e presso il Teatro Astra di Vicenza:

 

data ore   evento interpreti Teatro
domenica

24 novembre

20.45 musica Sinfonia n.1 in op.13

“Sogni d’inverno” di Čajkovskij

 

Ensemble

Spira Mirabilis

Teatro Comunale
mercoledì

29 gennaio

 

20.45 teatro Pensaci, Giacomino

(di L. Pirandello)

con Leo Gullotta Teatro Comunale
venerdì

7 febbraio

 

20.45 danza My Land Recirquel Company Budapest Teatro Comunale
sabato

29 febbraio

21.00 teatro Misericordia Emma Dante Teatro Astra
giovedì

19 marzo

20.45 teatro Arlecchino servitore di due padroni

(di C. Goldoni)

con Natalino Balasso Teatro Comunale

 

Per il Liceo Quadri sono stati riservati al Teatro Comunale n. 150 posti per ciascun spettacolo.

 

Modalità di prenotazione e pagamento

La prenotazione avverrà secondo le seguenti priorità:

  • dal 7/10 al 3/11 sarà possibile prenotare la QuadriDramaCard, ossia l’intero pacchetto dei 5 spettacoli;
  • dal 4/11 al 11/11, se vi saranno ancora posti disponibili, sarà possibile prenotare i singoli spettacoli

La prenotazione dovrà avvenire secondo le seguenti modalità:

 

  1. compilare il modulo di prenotazione indicato nei seguenti link (i link verranno attivati nelle date sopra indicate)
    • Singoli spettacoli: [link disponibile dal 04/11]
  1. ricevuta via mail la confermadella prenotazione, sarà necessario effettuare entro due giorni il bonifico al seguente C/C del Liceo:

IBAN  IT 03 U020 0811 8200 0010 4090 823

indicando come causale:

  • QuadriDramaCard

oppure

  • spettacolo/i+CognomeNome+classe+numero di posti prenotati

(Esempio: Pensaci, Giacomino Rossi Mario1ASA n.2)

  1. inviare al seguente indirizzo invitoateatro@liceoquadri.it una mail di conferma della prenotazione e del pagamento, allegando la ricevuta del bonifico effettuato e specificando il nome del richiedente, la classe, il numero di Card o di posti prenotati.

 

 Costi

Il costo del pacchetto QuadriDramaCard è di 50 euro.

I singoli spettacoli costano 10 euro ciascuno.

 

Consegna dei biglietti

I biglietti verranno consegnati nei giorni 19-20-21 novembre.

Seguiranno per gli interessati indicazioni per il ritiro a scuola.

 

Incontri a teatro

Per favorire un approccio critico ai singoli eventi, ci sarà la possibilità di partecipare ad un incontro con critici alle ore 20.00 presso il Teatro Comunale.

 

Breve descrizione degli eventi

PECCATO GIOVANILE

 

SINFONIA N.1 IN OP.13

“SOGNI D’INVERNO”

DI ČAJKOVSKIJ

 

 

 

Spira Mirabilis è un ensemble unico al mondo e sono gli stessi musicisti che lo compongono – provenienti da Paesi e culture molto diverse fra loro–a chiarire la peculiarità del collettivo, evitando accuratamente di usare il termine “orchestra”. Ognuno di loro, nella vita di tutti i giorni, è impegnato professionalmente in importanti orchestre e gruppi da camera, ma nel tempo libero li accomuna la passione di approfondire assieme alcuni capolavori sinfonici che poi propongono al pubblico in pochi, selezionatissimi concerti. Questa volta ci propongono la Sinfonia Sogni d’Inverno, “peccato giovanile” di Čajkovskij.
PENSACI, GIACOMINO

 

CON

LEO GULLOTTA

La novella di Pirandello scritta cento anni fa è ancora oggi sorprendentemente attuale.

In una cittadduzza di provincia una fanciulla rimasta incinta non sa come portare avanti la sua gravidanza, e il professor Toti la aiuta prendendola in sposa per poterla poi autorizzare a vivere della sua pensione quando lui non ci sarà più. La società civile, genitori inclusi, si mostra becera, opportunista e misogina, ad eccezione del professor Toti, interpretato in modo straordinario da un Leo Gullotta brillante e dominante sulla scena. Una profonda riflessione in chiave umoristica su come la società privi i singoli della facoltà di ragionare con la propria testa.

Incontro a teatro: mercoledì 29 gennaio alle ore 20.00, con Andrea Dellai, attore e formatore teatrale.

MY LAND

 

RECIRQUEL

COMPANY

BUDAPEST

 

 

 

 

Questo nuovo emozionante lavoro è concepito come un viaggio alle radici dell’umanità, dell’eterna eredità dell’essere umano e della terra. Ideato e diretto da Bence Vági, vede in scena sette tra i più capaci e talentuosi artisti ucraini di circo, che danno vita a uno spettacolo in cui tra luce e ombra si fondono insieme l’antica tradizione del circo ucraino con le loro straordinarie abilità fisiche.

My Land evoca i più antichi miti dell’umanità: sulla scena gli artisti sono alla ricerca della propria libertà in uno spazio senza tempo espanso dall’illusione.

In questa messa in scena, i performers emergono dal palco ricoperto di terra per dare vita alle loro storie personali creando immagini meravigliose che evocano tradizione, libertà e amore. Le musiche tradizionali come Tatar, Moldovian e altre si uniscono a una potente e inedita fisicità.

My Land è danza contemporanea, circo e teatro fusi insieme: in questa esclusiva formula, riescono a fare emergere le emozioni più profonde dell’animo orientale.

Incontro con la danza: sabato 8 febbraio ore 20, condotto da Alessandro Serena, direttore scientifico di Open Circus, progetto sostenuto dal Mibac per la diffusione della cultura circense.

MISERICORDIA

 

DI

EMMA DANTE

Emma Dante, regista siciliana che – radicata nella lingua e nell’universo emotivo della sua terra per raccontare e restituire la voce a creature che, nella società e nella storia, non ne hanno – è una tra gli esponenti più importanti del teatro italiano nel mondo. Lo spettacolo racconta la storia di tre donne, Anna, Nuzza e Bettina, che vivono in un tugurio fatiscente con Arturo, un ragazzo orfano e menomato. Una favola comica e commovente, che esplora l’inferno di un degrado terribile, tra povertà, analfabetismo e provincialismo, sempre più ignorato dalla società, e che racconta la fragilità, la sconfinata solitudine, la disperata vitalità e tenacia delle donne.
ARLECCHINO SERVITORE

DI DUE PADRONI

 

CON

NATALINO BALASSO

Valerio Binasco rompe la tradizione con un Goldoni che guarda più alla commedia all’italiana che alla commedia dell’arte, dando voce a quell’umanità vecchio stampo, paesana e arcaica. Arlecchino servitore di due padroni è un perfetto meccanismo comico, specchio di una borghesia dinamica e virtuosa, celebrazione dell’intraprendenza femminile e dell’amore romantico, ma soprattutto commedia che dal 1745 non smette di affascinare il pubblico. Così come per le regie shakespeariane, l’incontro tra Binasco e Goldoni garantisce la possibilità di un viaggio nel tempo, un gioioso ritorno alle origini del teatro italiano, alla sua grande tradizione comica, affidato a una coppia inedita di attori: Natalino Balasso e Michele Di Mauro.

Incontro a teatro: giovedì 19 marzo alle ore 20.00, con Alessandra Agosti, giornalista de Il Giornale di Vicenza. 

 

Docente referente

Flavio Apolloni