Ultima modifica: 25 Ottobre 2019

PROBAT

PROBAT

Il progetto prevede la certificazione delle competenze linguistiche in Latino secondo il QCER (Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue) con attestazione finale e si inserisce nell’ambito della valorizzazione delle eccellenze. Il Liceo aderisce all’iniziativa della Rete formata da tre licei che hanno steso un protocollo d’intesa nel 2015 (Trissino di Valdagno, il Brocchi di Bassano del Grappa e l’Educandato agli Angeli di Verona), coordinata da un ispettore regionale (fino all’anno scorso la dott.ssa Celada, attuale direttore regionale). La certificazione è riconosciuta dalla CUSL (Consulta Universitaria Studi Latini) in qualità di Authority esterna ed è aperta a tutti i licei del Veneto.

Ogni liceo ha un suo referente Probat, responsabile del progetto nella scuola e interlocutore dell’USR Veneto che eroga la prova. Collaborano a questa iniziativa anche le università di Venezia, Padova e Verona.

La prova di certificazione PROBAT misura la competenza ricettiva di un brano latino, del quale non viene richiesta la traduzione ma la comprensione analitica e globale. La leggibilità del testo, sostenuta da glosse e note, viene agevolata da un più articolato paratesto che comprende, di volta in volta, introduzioni ed elementi iconografici (immagini, tabelle, microtesti sussidiari) che illuminano il significato del brano collocandolo in un contesto più ampio.

Le prove di livello A, B consistono in 12 quesiti, a 4 opzioni, delle quali una sola è esatta. I quesiti sono ripartiti in più ambiti – testuale, linguistico, contestuale – a seconda del livello della prova. La progressione dei quesiti procede dalla comprensione globale alla comprensione analitica. La durata della prova è di 60’, e prevede l’uso del vocabolario.

All’edizione PROBAT 2018 hanno partecipato ben 46 istituti appartenenti a tutte le province del Veneto con 4.446 studenti.


responsabile del progetto prof.ssa Roberta Lievore